Storie di ghiaccio e cappotti

Fortitude è una serie fredda ambientata in un posto freddo, che probabilmente si rivelerà una stronzata, ma che per ora a me piace.

Iniziata a fine gennaio, siamo alla sesta puntata, di provenienza  britannica e trasmessa su sky, questa serie è un Giallo/Thiller tra i più classici: trovano un morto, indagano, viene fuori che per qualche motivo tutti mentono, ma non si sa quando lo fanno e quando no. E’ a questo punto che io tremo, perchè per esperienza so/ricordo, che tutto questo tira e molla  può portare o a grandi finali di stagione o a stronzate col botto.

Fortitude è una cittadina fittizia situata su un’isola norvegese, dovrebbe essere un pò un’Alaska Europea, dove le persone vanno a vivere o per una qualche passione artistica/scientifica  o più probabilmente per fuggire ad un passato scomodo che altrove tornerebbe sempre a galla.

Charlie Stoddard, scienziato del centro di ricerca in cui da mesi si studiano i comportamenti anomali degli orsi e le mutazioni dei feti di altri animali, viene avvicinato da due operai che gli fanno intendere di aver trovato nel ghiaccio disciolto il corpo di un Mammut. Gli uomini credono che la comunità potrebbe pagarli profumatamente per avere l’animale, ma Stoddard rifiuta, e nel frattempo riferisce alla governatrice della possibile scoperta che lo costringerebbe a revocare il permesso di costruzione di un albergo in cui la donna aveva investito.

in queta parte è tutto normale, il cadavere del mammut che ci aspetteremmo mezzo fossilizzato, in realtà sembra morto ieri, ma più avanti scopriremo che nulla e nessuno può essere seppellito a Fortitude perchè finirebbe per non decomporsi. L’animale viene chiuso in un container, su cui di tanto in tanto, batte il sole, che sì saremo pure in Norvegia ma mi aspetto che prima o poi la bestia inizi ad emanare qualche odore mefitico. Tanto più che ogni volta che ci mostrano il container sentiamo rumorini inquietanti, che potrebbero significare qualsiasi cosa che ne so, batteri che si moltiplicano nella carcassa della bestia ad esempio.

Ma andiamo avanti…Vincent Rattrey, giovane londinese, trasferitosi a Fortitude per studiare il comportamento degli orsi, si reca a cena da Stoddard, ma lo trova riverso in un lago di sangue, dal buio della casa spunta Dan Andersenn, capo della polizia locale,  che accusa il ragazzo di aver ucciso lo scienziato.

Dan Andersenn viene presentato come uomo ” al soldo” della governatrice e la sua tempistica presenza sul luogo di un delitto non è certo una sorpresa. In realtà proseguendo con la serie la sua figura si evolve dall’ipotesi di corruzione alla certezza di stupidità. E’ la classica persona che si nasconde nella posizione che ricopre, consapevole dei propri limiti li nasconde a se stesso e agli altri con l’arroganza e l’aggressività. Le volte in cui non riesce ad avere quello che vuole si crogiola nella convinzione che siano gli altri a sbagliare, lo fa nel lavoro, lo fa nel privato. Dan ha una passione per Elena Ledesma, giovane e oscura spagnola trasferitasi da poco in città, lei non se lo fila per niente e lui fa costantemente la figura del troglodita coglione.

In seguito ad una segnalazione anonima su fatti poco chiari avvenuti a Fortitude, da Londra viene inviato Eugene Morton, ex agente dell’FBI, ora ispettore capo della polizia Britannica. Pacato e buon osservatore si rende presto conto che la sua indagine non sarà semplicissima per svariati motivi, che vanno dalla scarsa collaborazione della polizia locale, ai continui segreti, passati  e presenti, che vengono fuori indagando sugli abitanti della città.

Eugene Morton, interpretato da Stanlei Tucci, da un calcio nelle palle alla sua credibilità rispetto allo spettatore, quando arriva in un posto dove l’elemento dominante è il ghiaccio e si presenta con  panciotto, cappotto, mocassini e coppola su testa pelata. Del resto c’è anche gente che si apparta in capannoni, calandosi i pantaloni e restando a culo scoperto mentre attorno vorticano fiocchi di neve.

Per questo dico, speriamo bene.

UPDATE dopo la puntata 6: ecco, ora si che si ragiona. Possiamo iniziare a perderci il sonno.

Luther, Doctor Who, Harry Potter, Game of Thrones, sono alcune delle serie in cui vi è già capitato di vedere molti degli attori di fortitude.

Uno dei momenti migliori fino ad ora: (lui e lei  spariscono per giorni e vengono ritrovati infrattati in un rifugio in mezzo al ghiaccio a darci dentro in un letto con coperte di pellicce)

Hai una relazione con Jason Donnely?

Hildur…non è una relazione. Questa è Fortitude. Fa freddo e noi ci avviciniamo. E’ facile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...