Game of Thrones, dove eravamo rimasti

Il 12 Aprile inizia la quinta stagione di GOT, ho cercato, per quanto possibile, di fare un riassunto per rinfrescare la memoria.

 

Tywin Lannister sancisce la fine del regno del Nord e della dinastia degli Stark distruggendo “ghiaccio” la famosa spada di Ned, per creare dalla lama di acciaio di Valirya due nuove spade. Una sarà il suo dono di nozze per il nipote Joffrey, l’altra è per il figlio Jeamey a cui propone, nel frattempo, di abbandonare il mantello bianco per sposarsi e diventare Lord di Caste Granito. Lo Sterminatore di Re rifiuta, nonostante sia ormai privo di una mano, amputatagli dai guitti sanguinai durante il suo ritorno ad approdo del re, Jeamey non intende abbandonare i suoi doveri e tanto meno la sorella ed amante.

Intanto l’imminente matrimonio tra Joffrey Baratheon e Margaery Tyrrel vede arrivare svariati invitati ad approdo del re, a Tyrion tocca il compito di accogliere all’arrivo dei dorniani, a dovrà recuperare il principe Oberyn Martell in uno dei bordelli della città. Scoprendo fin da subito che la vipera della sabbia ha un solo scopo, avere conferma che la sorella Elia e i suoi bambini furono uccisi dalla montagna che cavalca per ordine dei Lannister. Intanto il folletto ha anche problemi più personali, sia con la neo moglie Sansa Stark che si strugge per la morte della madre e del fratello Robb, sia con l’amante, la prostituta Shae, che mal sopporta le gentilezze che il nano riserva a Sansa.

Nel frattempo lungo la strada verso nido d’aquila il mastino e Arya continuano il loro cammino e si imbattono negli uomini di Gregor Clegane, durante lo scontro la giovane Stark riesce a recuperare finalmente “Ago”.

Ad approdo del re si tiene finalmente il matrimonio tra Joffrey e Margaery e il figlio di Cercei si dimostra sempre più incline alla follia e alla cattiveria riversando la sua brutalità sullo zio Tyrion costringendolo, tra le altre cose, a fargli da coppiere durante il pranzo. Quasi a fine cerimonia però qualcuno riesce a realizzare un desiderio comune a molti fin dalle prime puntate, Joffrey visibilmente sofferente cade a terra e muore avvelenato tra le braccia della madre. Nel trambusto Sansa fugge, aiutata da Ser Dontos che da tanto tempo le aveva promesso che l’avrebbe salvata dai Lannister. Questa fuga, la vicinanza durante le nozze tra Tyrion ed il re sembrano prove a confermare le accuse che Cercei muove contro il fratello minore ritenendolo colpevole del delitto. Il folletto viene tratto nelle segrete del castello in attesa di un regolare processo.

Quella sera stessa Dontos porta Sansa al largo e la fa salire su una nave in partenza, qui inaspettatamente la ragazza trova ad attenderla Lord Petyr Baelish, diretto a nido d’aquila per il matrimonio con la zia di Sansa, Lysa Arrin. Per la più ingenua ed educata tra i figli di Ned inizia un viaggio verso l’età adulta, ditocorto avrà modo di farle capire come spesso le persone mentono e fanno il doppio gioco. Inizia spiegandole che Ser Dontos non era il cavaliere che lei aveva idealizzato, ma semplicemente un grasso beone che l’aveva convinta ed aiutata a fuggire unto dalle ricompense elargite dall’ex maestro del conio.

Al nord Roose Bolton ordina al suo bastardo, intento a torturare Theon, di riconquistare Moat Cailin nelle mani degli uomini dei Greyjoy, nel frattempo per assicurarsi che le terre del nord non gli vengano più sottratte dai discendenti di Ned invia uno dei suoi uomini presso la barriera.

Brandon insieme ad Hodor ed ai fratelli della palude, Meera e Jojen, prosegue il viaggio verso nord alla ricerca del corvo con tre occhi, ed affina le sue nuove doti di metamorfo.In una delle sue visioni vede un albero tinto di rosso e capisce che è il punto a cui deve arrivare, i ragazzi proseguono il loro viaggio fino a giungere nei boschi dell’estremo nord.

Nel frattempo alla barriera, mentre i bruti si apprestano a raggiungere il castello nero da sud, Jon Snow è sottoposto a giudizio per le sue azioni quando era presso Mance Rider, ma a lui preme solo del destino dei confratelli che presto verranno attaccati da un esercito di centomila uomini, ai quali non deve trapelare la notizia che invece il castello nero è difeso da poche unità. Il pericolo più grande sono i dissidenti dei guardiani della notte che hanno conquistato il castello di Craster. Jon viene mandato a risolvere il problema solo con alcuni volontari, tra questi, in incognito, l’inviato di Bolton.

Quando al castello di Craster arrivano i ranger, i loro ex compagni hanno già portato il terrore, hanno ucciso Lord Mormont e lo stesso Craster e stanno abusando ripetutamente delle mogli e figlie di quest’ultimo. Inoltre all’insaputa di Jon hanno rapito Brandon e il suo gruppo, questi vengono poi prelevati dall’uomo di Rooose Bolton, ma riescono a fuggire quando Bran lo uccide dopo essere entrato nel corpo di Hodor. Intanto Jon e gli altri hanno la meglio sul gruppo dissidente e bruciano i corpi prima che diventino non morti, e lasciano libere le donne di Craster.

A Sud del regno Danaerys, la regina dei draghi, prosegue il cammino nella baia degli schiavi con il suo esercito di immacolati, in suo intervento rende liberi tutti gli uomini in catene punendo spesso tutti quei padroni che si sono macchiati di efferati delitti. Se a prima vista l’intervento di Khaleesy sembra portare giustizia presto la giovane regina scopre che governare non è facile e non sempre la decisione giusta per alcuni è ideale anche per altri.

A roccia del drago, Stannis Baratheon si dimostra sempre più soggiogato da Melisandre e i due fanno bruciare tutti coloro contrari all’imposizione del Signore della luce come unico dio. Ser Davos primo cavaliere di Stannis pur contrario ad alcune decisioni del suo re cerca di restare comunque al suo fianco consigliandolo al meglio. Dopo aver imparato a leggere, riceve notizie importanti tramite un corvo e convince Stannis a chiedere finanziamenti alla banca di Braavos per ricostituire le truppe.

Sulla nave diretta a nido d’aquila ditocorto da le prime lezioni di scaltrezza a Sansa, che si chiede chi possa aver ucciso Joffrey, scopre che una delle gemme della collana che Dontos le aveva donato conteneva il veleno e che il piano era ordito dallo stesso Baelish. Lo scopo era quello di avere, in futuro, la sicurezza dell’appoggio delle persone per cui ha agito.

Nei giardini del palazzo Lady Margaery affronta la sua recente vedovanza passeggiando con la nonna, l’anziana donna le ricorda che è ora di iniziare a sedurre il piccolo Tommen futuro re dei sette regni ed infine Lady Leanna le lascia intendere di aver commissionato lei stessa l’omicidio di Jeoffrey, la nipote deve diventare regina, ma non certo di un pazzo.

Intanto Jeamey dona la sua spada a Brienne e le chiede di mantenere fede al patto che entrambi avevano fatto con Lady Catelyn, ritrovare Sansa, insieme alla spada le offre un’armatura e le affianca Pod, il giovane ex scudiero di Tyrion, i due iniziano la ricerca indecisi se dirigersi alla barriera, dove Sansa avrebbe potuto trovare il fratellastro, a delta delle acque dove risiede lo zio di lady Catelyn o a Nido d’aquila presso lady Lysa. Intanto lungo il percorso fermandosi ad una taverna scoprono dal piccolo cuoco che anche Arya, è ancora viva e gira nel regno sotto mentite spoglie.

Tywin nelle vesti di primo cavaliere prende Tommen sotto la sua ala dandogli consigli su come diventare un buon re, la sua preoccupazione inizia ad essere Danaerys ma la regina Dotraky inizia a capire che per riuscire a riconquistare i sette regni deve prima imparare cosa significhi fare la regina, decide di interrompere il suo cammino per un po’, fermandosi a Mereen per governare le terre finora liberate. Nel frattempo scopre che Jorah Mormont che, fin da subito, era stato il suo braccio destro si era inizialmente unito a lei come spia di Varys e re Roberth. Danaerys sentendosi tradita caccia Ser Mormont, risparmiandogli la vita.

Dopo l’incoronazione di Tommen lady Margaery inizia a mettere in pratica la sua opera di seduzione, spesso frenata dall’intervento di Cercei. Quest’ultima è anche impegnata con il prossimo processo a Tyrion, la Regina mette in piedi una rete di corruzione per assicurarsi che il fratello minore venga condannato. Al lato opposto Jeamey, si presenta al padre chiedendo che il folletto venga graziato, l’accordo tra i due comprende la rinuncia del mantello bianco da parte di Jeamey mentre Tyrion dovrà chiedere perdono e arruolarsi nei guardiani della notte. Durante il processo però le cose cambiano, il folletto si trova di fronte Shae che lasciatasi corrompere da Cercei riporta falsa testimonianza contro il suo ex amante, Tyrion si lancia furioso in un discorso in cui racchiude tutto il suo disprezzo per i partecipanti al processo, e sfida il padre dichiarandosi non colpevole e richiedendo il giudizio degli dei con una sfida a singolar tenzone. Appena si diffonde la notizia che il campione della regina sarà Gregor Clegane il principe Oberyn si offre a Tyrion come suo campione. La lotta tra i due è all’ultimo sangue, la vipera della sabbia abbatte il folle gigante grazie alla sua lancia avvelenata a quel punto lo interroga per avere conferma di aver di fronte l’assassino di sua sorella Elia, distratto e accecato di rabbia per avere in pugno Clegane il prinicipe Oberyn non reagisce prontamente all’ultima mossa del fratello del mastino e muore distrutto dalle mani possenti della montagna.

Intanto Petyr Baelish e Sansa giungono al castello di Lady Lysa, la donna saluta la nipote ricordandole che resterà a nido d’aquila solo fingendosi la nipote di dito corto, per non nuocere a suo figlio il piccolo Robert Arryn. Il giorno stesso Lord Petyr e Lady Lysa si sposano, ma quando quest’ultima vede il marito in giardino intento a baciare Sansa perde la testa e cerca di gettare la nipote dalla porta della luna, a salvarla sarà solo l’intervento di Petyr che riesce a calmare la moglie prima di ricordarle che lui ha sempre amato una sola donna, Catelyn Stark, e detto questo getta Lady Lysa nel vuoto.

Il mastino arriva alle porte insanguinate con tre giorni di ritardo, quando apprende della morte della Arryn ritorna su i suoi passi pensando a qualcun altro a cui poter vendere Arya, nello stesso momento in cima a nido d’aquila il consiglio della valle indaga sulla morte di Lady Lysa, sarà Sansa a togliere ogni dubbio sulla buona fede di Lord Baelish raccontando una storia in parte di bugie in parte di verità.

Presso la barriera ha inizio l’imponente battaglia che tutti temevano, mentre da nord cala l’esercito di Mance Rider, composto anche da giganti a mammuth, da sud le porte del castello nero vengono abbattute da un gruppo di bruti e di thenn. Alla fine Mance si ritira, ma a questo punto ha potuto testare le forze in dotazione ai guardiani della notte, mentre all’interno del castello nero una carneficina ha visto cadere molti guardiani e tutti i bruti compresa Igrid la rossa amante di Jon, l’unico a salvarsi è Tornmud che messo in catene verrà interrogato. A quel punto, Jon decide di farsi aprire il cancello che separa la barriera dalle terre del nord e tentare di avvicinare Mance con lo scopo di ucciderlo privando i bruti dell’unico elemento che li rende uniti tra loro.

Jon si presenta al cospetto di Rider, ma dopo aver brindato ai rispettivi amici morti in battaglia l’accampamento viene attaccato. Mance per impedire che i suoi uomini vengano uccisi si arrende agli uomini a cavallo che li attaccano. Si tratta di Stannis che ha risposto ai messaggi di aiuto inviati dal maestro della cittadella. Jon al cospetto del re si presenta come il figlio di Ned Stark e gli consiglia di bruciare i morti. Mentre lui porta il corpo di Igritte oltre la barriera per bruciarlo nella sua terra.

Ad approdo del re Cercei per impedire che il padre Tywin la obblighi a sposare Loras Tyrrel gli confessa che le chiacchere del suo rapporto incestuoso col fratello Jeamye sono vere.

Bran e il suo gruppo continuano il loro viaggio sotto la neve e arrivano presso l’albero infuocato sognato sia da Jojen che da Bran, ma mentre sono a pochi passi vengono attaccati da un gruppo di non morti. Improvvisamente compare una persona dall’albero che aiuta il gruppo a fuggire, ma Il ragazzo della palude colpito dagli scheletri ordina alla sorella di fuggire, come ultimo atto di pietà Meera finisce il fratello e la figura comparsa dall’albero lo brucia. Brandon, Hodor e Meera vengono guidati all’interno dell’albero tra i cunicoli delle sue radici fino al cospetto di qualcuno che confessa di averli osservati per anni, Brandon è in ritardo, ma potrà tornare quello che era, non potrà più camminare, ma potrà volare.

Brienne e Pod sono sulla strada che porta nido d’aquila e inaspettatamente incontrano Arya e il mastino, la donna guerriera racconta della promessa fatta a lady Catelyn, ma il mastino le ricorda che l’intera famiglia di Arya è morta, tra i due inizia un combattimento che vedrà Sandor Clegane cadere da una roccia. Arya nel frattempo si è nascosta, appena Brienne si allontana, si avvicina al mastino morente e decide di proseguire da sola, senza rispondere alle preghiere di Clegane che le chiede l’ultimo gesto di pietà.

Nelle segrete di approdo del re Jeamey raggiunge il fratello e gli da indicazioni per fuggire dai cunicoli con l’aiuto di Varys, per imbarcarsi su una galea che porterà il nano lontano dalla morte. Ma Tyrion prima di raggiungere il ragno tessitore si infiltra nella stanza del padre, qui nel suo letto trova Shae, diventata la prostituta di lord Tywin, per difendersi dall’attacco della donna Tyrion la uccide strangolandola con la collana che indossa, infine munito di balestra cerca il padre in quel momento nelle latrine e lo uccide. Giunto da Varys viene chiuso un una cassa e caricato sulla galea in attesa, ma mentre lord Varys sta per lasciare il porto sente le campane a morto e capisce che il primo cavaliere è stato ucciso, per salvarsi la vita sale anche lui sulla nave.

Arya intanto raggiunge un porto e chiede se la possono portare a nord sulla barriera, il capitano le nega il permesso di salire sulla nave che, per altro, è diretta a Braavos, la giovane Stark può usare la moneta di ferro, la porge al capitano dicendogli “ valar morgulis” a quel punto l’uomo non può rifiutare ed accoglie Arya sulla nave. La ragazza da un ultimo sguardo alla terra che lascia e poi volge lo sguardo all’orizzonte.

IMG: da Global Panorama on Flickr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...