#Istantanea della settimana

“E’ importante però ricodare che un movimento che a una persona può apparire come una setta per un’altra può essere una religione. […]  Dal mio punto di vista di psichiatra, ritengo che chi entri a far parte di una setta rischi di inibire il proprio sviluppo personale e di rinunciare alla responsabilità individuale in cambio, nel migliore dei casi, di sicurezza spirituale, e nel peggiore, di uno stato di dipendenza passiva. […]Quando si è alla ricerca di nuovi adepti, è fondamentale la scelta del   momento. I reclutatori arrivano, per esempio, nei campus universitari quando gli studenti sono più vulnerabili […] Dal loro punto di vista, è essenziale che le reclute rimangano per l’intera durata del programma, perchè nella maggior parte delle sette un principio cardine del processo di conversione è isolare i nuvi proseliti dal mondo esterno e specialmente dalla famiglia e dagli amici.”

I Buoni lo sognano i cattivi lo fanno – psicopatici, stupratori, serial killer di  Robert I. Simon (Ed. Raffaello Cortina) Traduzione Mannucci e Marchetti

ISBN [978-88-6030-575-6]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...