HOW TO GET AWAY WITH MURDER: il punto, in punti

Dopo la vittoria di un Emmy da parte della protagonista, Viola Davis, parte stasera  la seconda stagione  How to get away with murder (le regole del delitto perfetto).

Ho timori che sia una merda? Si!

Nel caso me ne farò una ragione? Ovviamente si.

Nell’attesa rifacciamo il punto su quello che abbiamo visto nella prima stagione.

  • Annalise Keating (Viola Davis), è un ottimo avvocato, sguardo incazzoso, spalle e bicipiti importanti. Invece di seguire un corso di postura che le permetta di non camminare come Marlon Brando in Fronte del porto, dedica alcune ore della sua giornata all’insegnamento universitario.
  • Di Annalise scopriremo che, è rasata e indossa parrucche, insieme ad altri orpelli pelosi tipo ciglia finte. Ha sposato il marito sottraendolo alla legittima coniuge dopo esser stata in cura da lui. Ha origini umili, il suo vero nome riprende quelli usati dai primi schiavi. Sua madre è una vecchia matta che vuole mantenere alto l’orgoglio delle loro origini. E’ stata violentata da piccola.15760555874_7c716d4380_z
  • Ogni anno sceglie fin dal primo giorno alcuni tra i suoi studenti più meritevoli (i 5 o 6 più pirla)  e li prende come tirocinanti (schiavetti a cui far svolgere il lavoro di ricerca). Alla fine di ogni causa chi avrà dato il contributo migliore potrà tenere come simbolo una statuetta.
  • I 5 schiavi sono leggermente stereotipati. Quattro provengono da famiglie ricche, uno è stato scelto dalla nostra eroina “spalluta” perchè è il classico con grandi potenzialità, ma pochi soldi, e a tratti è anche un discreto coglioncello.
  • Laurel è la quota messicana, identica alla migliore amica di Lara Palmer, è una mezza gatta morta. Ha una storia con un tizio dalla sfumatura altissima che lavora pro bono, ma è chiaramente attratta da Frank.
  • Michaela, ricca, cagacazzi, punta a laurearsi in breve e col massimo dei voti per sposare il fandanzato storico il quale ambisce alla carica di senatore. Lo mollerà quando lui inizierà a dare chiari segni di essere un appassionato di pisello.
  • Connor, la quota gay, ricco, gay dichiarato, farfallone. Durante le sue ricerche per Annalise riuscirà a trovare ciò che cerca andando a letto…ma anche sulla fotocopiatrice…sul divano etc col belloccio di turno. Si innamora di un nerd tenero, fedele ma decisamente cessetto…a cui la sceneggiatura tira, tra capo e collo, una sfiga inutile.
  • Asher, la quota minchione, ricco figlio di un giudice, è il coglione del gruppo. Ma forse è l’unico a salvarsi la birba proprio perchè tutti lo considerano un cazzone. Cerca di conquistare le ragazze con la simpatia, ma non ha capito che la frase “cerco un ragazzo che mi sappia far ridere” è una delle più grandi panzane della storia. Infatti finirà a letto con Bonnie.
  • Wes, la quota pezze al culo, vive in un tugurio, va a scuola in bici e ha sempre lo sguardo di quello che cade dal pero, si innamora della punkettona insopportabile e vicina di tugurio. A sua insaputa tutti lo chiamano puppy per ovvie ragioni.
  • A parte i cinque schiavi Annalise ha anche due assistenti:
  • Frank Delfino, mascellone, barbuto, piacione e fighissimo. In realtà è cresciuto in riformatorio e probabilmente addestrato alla conoscenza del diritto da Annalise, ma in realtà le serve per i lavori sporchi.
  • Bonnie Wintebottom, sogna di diventare avvocato, ma non ha la grinta della nostra eroina spalluta. Emaciata, incazzosa con gli schiavi, ma prona ad Annalise vive con lei un rapporto conflittuale. Non si capisce se è semplicemente bipolare, se è innamorata di Annalise o del marito. Nel dubbio, finisce svariate volte a letto con Asher.

La storia … che sullo schermo fa  costante uso di flashback

  • Nel campus sparisce la classica biondina americana, dopo giorni la trovano morta in una cisterna d’acqua sul tetto della confraternita.
  • Le accuse ricadono prima di tutto sul fidanzato, per le consuete ragioni liti, tradimenti etc.
  • Andando avanti scopriamo che: I due avevano deciso di non fare sesso prima del matrimonio. In compenso tiravano di coca. Lui andava a letto con Rebecca, la punkettona spacciatrice. Lei si trombava Sam, il marito di Annalise.
  • Capiamo subito che il numero di persone con un movente per ucciderla cresce rapidamente.
  • Dimenticavo, ovviamente Annalise nel frattempo aveva una tresca con Nate un poliziotto fighissimo e prossimo a diventare vedovo.
  • Annalise e i suoi schiavetti portano avanti le trame verticali degli episodi, dimostrando che la protagonista e’ la regina del cavillo, in grado di trovare sempre la soluzione, spesso al limite della legalita’, per il cliente di turno.
  • Nate perde il lavoro a causa di Annalise. (ma lei gli vuole bene eh)
  • L’ex fidanzato della bionda viene accusato, poi scagionato. L’accusa ricade totalmente su Rebecca, la punkettona/barista/pusher.
  • Wes/Puppy  si innamora di lei e crede nella sua innocenza.
  • La morta era gravida.
  • Annalise scopre che Sam si faceva la bionda, riconoscendo il suo pene da una foto sullo smartphone di lei  “this is yooo pinis!!!”  (per me scena portante del telefilm)
  • Rebecca cerca di recuperare le prove che accusano Sam. Lui tenta di fermarla, ma muore.
  • Gli schiavetti +Rebecca  (escluso il cazzone)  decidono di occultare il cadavere di Sam. Portano il corpo in un bosco lo segano e lo bruciano.
  • Col tempo vanno tutti in paranoia. E’ difficile mantenere un segreto del genere, anche con annlise, l’unica che potrebbe aiutarli in caso di accuse.
  • Annalise in realtà sa tutto, la sera dell’omicidio aveva pinzato Wes in casa per ripulire il luogo del crimine.
  • Wes cerca di convincere gli altri assassini o complici a muoversi nel modo giusto, seguendo, a loro insaputa i consigli che Annalise gli da di volta in volta.
  • Nel caso vi venisse il dubbio, la nostra avvocatessa è distrutta per la morte del marito fedifrago, ma cerca comunque di aiutare quei 5 cretini che s’è portata in casa.
  • Tenta anche di far scagionare Rebecca dall’accusa di omicidio della bionda…facendo ricadere la colpa su Sam, che tanto ormai è morto quindi chissenefotte.
  • La sorella di Sam non crede all’innocenza di Annalise e dei suoi.
  • Annalise per togliersi di dosso sta zecca fa ricadere la colpa su Nate. Delitto passionale. Lui finisce in carcere sputtanato su tutti i tg. (ma lei gli vuole bene eh(2))
  • A Nate viene negato il rilasco su cauzione, quindi Annalise lo fa pestare in carcere, fa sostituire il giudice e lui esce. (io l’ho detto che gli vuole bene)
  • Wes e gli altri non credono più per vaari motivi, all’innocenza di Rebecca per l’omicidio della bionda, lei indispettita vorrebbe vendicarsi rivelando la verità sulla morte di Sam.
  • Rebecca finisce legata nella cantina di Annalise.
  • Annalise vorrebbe cercare di convincere Rebecca, che si dichiara innocente, a non accusarli per la morte di Sam, ma arrivata in cantina la trova vuota.
  • Qualcuno ha aiutato Rebecca a scappare.
  • Annalise consola Wes, dal senso di colpa per tutto ciò che è accaduto

Finale

  • In realtà ad uccidere la bionda è stato Frank su commissione di Sam(?)
  • Ma ora chi sarà stato ad uccidere Rebecca…che Annalise e Frank ci mostrano nel sottoscala della cantina?

 

 

IMG_1:  Wikipedia

IMG_2: Flikr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...