https://www.flickr.com/photos/epw/

#Istantanea del mese

Non posso dimenticare il mio arrivo in città. L’estate dei 25 anni, uno zaino pieno di libri come sedile, e la corriera che emerge dal buio del Lincoln Tunnel. Anch’io cercavo qualcosa laggiù […] ma non ero pronto all’accoglienza che mi aspettava. Sbarcando da New Jersey, Manhattan apre il sipario all’improvviso: poco prima stavo contemplando un pesaggio di fabbriche e svincoli autostradali, e subito dopo ero tra i grattacieli. […] Non ho fatto in tempo ad abituarmi alla luce che l’autista ha accostato, ha annunciato il capolinea e mi ha scaricato a terra. Di colpo ho smesso di osservare la città nel finestrino – e di studiarla, immaginarla,desiderarla, perfino averne un po’ paura – e ho cominciato a farne parte.

Da: New York è una finestra senza tende di Paolo Cognetti [Ed. Laterza ]

ISBN: 978-88-420-9218-6

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...