Oscar_2016: Le Nomination

Alle 14:30 di oggi, ora italiana, nascosta nel casino della mia scrivania, al lavoro, seguo lo streaming in cui Guillermo del Toro, Ang Lee, John Krasinski e la presidentessa dell’academy Cheryl Boone Isaac ci annunciano chi concorrerà agli Oscar 2016.
Il timore principale era che, colta da un raptus per le possibili candidature fuffa, potessi perdere il controllo e spaccare lo schermo del pc sulla testa della mia dirimpettaia, che non sarebbe stata una perdita.
Grazie a dio il mio schermo è salvo, come anche il mio posto di lavoro, purtroppo anche la dirimpettaia.
Accetto volentieri il sacrificio, perchè significa che le candidature mi hanno più che soddisfatta, in alcuni casi entusiasmata.
A parte i titoli che tutti senza dubbio ci aspettavamo: The Revenant, the Hateful Eight, Carol, The Danish Girl, Spotlight e The Big Short, sono rimasti in lizza anche Room, accolto tiepidamente dalla sala stampa e The Martian il film su cui io mi sono addormentata e che ora mi dovrò imporre di guardare. Brooklyn e Il ponte delle spie, arrivati più defilati ai Golden Globes qui trovano più spazio.
A farla da padrone, tra gli applausi dei giornalisti, e la gioia, mia e di molti altri ansiogeni da Oscar, sono stati i titoli in cui tutti speravamo, ma che non osavamo chiedere.
Ecco quindi tra i nominati Sylvester Stallone per Creed, che andrò presto a vedere con molta aspettativa, sebbene io abbia adorato i suoi Rocky principalmente per la parte romantica.
La gioia è esplosa quando alla fine abbiamo scoperto che tra i film con più nomination svettava Mad Max: Fury Road, forse il film più bello e tamarro dell’anno.
Il tripudio si è sentito anche per Sicario, un film di cui, col passare dei mesi, gli addetti ai lavori sembravano essersi dimenticati, (e mi preme ricordarlo anche il film in cui Emily Blunt dimentica la buona abitudine di farsi la doccia).
Ovazione, inoltre, per la nomination a Straight Outta Compton, e confermata la certezza  per la candidatura di Inside Out come film animato, che alla fine ne ha prese ben due, anche come sceneggiatura originale. Non si sono dimenticati ovviamente di accontentare gli amanti di fantascienza con Ex Machina e Star Was: il risveglio della forza.
Alla fine di tutto la principale polemica che ha iniziato a serpeggiare tra i twitter statunitensi riguarda la mancanza di multiculturalità tra le candidature.
Io sono soddisfattissima e in super agitazione, chiaramente vi anticipo che, pur non avendolo ancora visto, se osano premiare Redmayne che quest’anno interpreta Alessandra Martines post Fantaghirò, mi incazzo. Ve lo dico subito almeno siamo preparati.
Ora visto che lo scorso anno mi sono divertita un sacco, preparatevi ad un mese di  post settimanali con i pipponi su i film che andrò a vedere, che arriveranno presto perchè un paio li ho già visti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...