GOT: Stagione 06 Episodio 02 Recap in 7 punti

Lunedì, giornata di  “Troni”, questa settimana gente che muore, gente che vive, gente che piange … trend della puntata gente che finisce spiaccicata, tutte cose per cui vale la pena perdere una cinquantina di minuti insomma.

Ecco il riassunto della seconda puntata con i consueti

SPOILER

  1. Nelle terre del nord ritroviamo Brandon Stark intento ad affinare il suo potere di metamorfo e la capacità di vedere con gli occhi della mente, ma nonostante spesso si trovi a vivere e vedere un passato felice in cui Hodor sapeva addirittura parlare sa anche il futuro riserva una guerra. Un futuro che potrà affrontare solo con l’aiuto di Meera.
  2. Ad approdo del re il guerriero costruito per Cercei si aggira per le strade spiaccicando contro i muri popolani che mancano di rispetto alla regina madre. Cercei dal canto suo, costretta nella fortezza rossa da Tommen, è provata dalla perdita di Myrcella a cui non può rivolgere nemmeno l’ultimo saluto. Il re convinto da Jeamie si presenta nella camera della madre scusandosi della sua debolezza e pregandola di fare di lui un uomo coraggioso. Intanto nelle cripta il primo cavaliere ha uno scontro verbale con l’alto passero che gli sventola in facci ala sua umiltà ma poi mostra di essere protetto dal popolo armato.
  3. A Mereen Tyrion e Varys cercano di capire chi abbia bruciato la flotta, ma per ora l’unico indizio è che i maestri hanno ripreso il potere nell’intera baia degli schiavi. Il più giovane dei Lannister è convinto che il grande potere di Danaerys siano i suoi draghi che però sono costretti in catene, per impedire che i due esemplari perdano la loro forza decide di liberarli personalmente.
  4. Arya a Braavos viene di nuovo addestrata a colpi di bastone, finchè non impara di essere nessuno, solo allora Jaqen h’ghar la riporta con se al tempio.
  5. Nelle terre del Nord, mentre Brianne racconta a Sansa di aver visto Arya ancora viva e in salute, Theon, distrutto dal senso di colpa, decide di abbandonare il gruppo per dirigersi a casa del padre. Nel frattempo Lord Bolton contrariato dalla fuga di Sansa sprona Ramsay a trovare una soluzione senza prendere per forza decisioni folli. Proprio in quel momento viene portata la notizia che il figlio di Lord Bolton e Walda è un maschio, il futuro di Ramsay vacilla, il ragazzo reagisce pugnalando a morte il padre e facendo sbranare dai cani la matrigna e il fratello appena nato.
  6. Intanto nelle isole di ferro la sorella di Theon ha una discussione col padre, lei vorrebbe la pace lui vuole continuare la guerra. Balon Greyjoy  viene però ucciso dal fratello creduto scomparso che invece si autoproclama Dio Abissale. Il trono di sale, diventato vacante, potrà essere assegnato solo per acclamazione.
  7. Al castello nero Ser Allister tenta di sfondare la porta della stanza in cui si sono isolati Davos e gli altri col corpo di Jon, a fermare l’attacco l’arrivo di Edd l’addolorato con i bruti. Allister e gli altri traditori vengono messi in manette, mentre i bruti preparano un pira per bruciare il corpo di Jon. Davos si rivolge a Melisandre chiedendole di provare un incantesimo per riportare in vita l’ex comandante. La signora rossa seppur in crisi per aver fallito la lettura delle fiamme si convince e fa un tentativo che sembra fallire, ma quando il corpo di Jon viene lasciato solo con spettro improvvisamente riprende vita.

 

CONSIDERAZIONI:

  • Momenti l’ironia vi seppellirà: tutti quelli con Tyrion

Tyrion: Ai draghi non piace stare in cattività.

Missandrei: Come fai a saperlo?

Tyrion: È il mio mestiere. Bevo…e so cose.

  • Momenti riaprite i manicomi e buttate via le chiavi: ogni inquadratura di Ramsay (ma prima o poi una torta di piccione arriverà anche per te!)

 

  • Momento “il populismo ha rotto il cazzo”: ogni volta che l’alto passero apre bocca

 

  • Premio uomo più inutile e noioso del mondo: vincitore assoluto Tommen

 

  • Preghiera elevata agli dei vecchi e nuovi: Cercei torna in te e regalaci ancora i tuoi sguardi altezzosi e sprezzanti, ne abbiamo bisogno!

 

  • Riprodurre l’attimo a cavallo tra la sindrome premestruale e l’inzio di un ciclo devastante: la faccia di Melisandre davanti al fuoco

 

  • Momento Gesù Cristo il terzo giorno: Jon snow è vivo e lotta insieme a noi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...