GOT: Stagione 06 Episodio 08 Recap in 5 punti

Rivoli di sangue nei tombini, teste strappate, rapide decapitazioni, impiccagioni, accette nei testicoli, ma a tratti anche un po’ che due coglioni eh…

 

Ecco le tappe dell’ ottaava puntata:

  1. Varys parte in cerca di rinforzi, mentre Tyrion rimane solo con Missandrei e Verme Grigio, non proprio due caciaroni festaioli. Improvvisamente una flotta di navi attacca Mereen, sono i padroni che tornano a prendere ciò che spetta loro. Quando tutto sembra perduto e lo scontro imminente  ecco spalancarsi la porta oltre la quale si staglia la regina delle entrate ad effetto: Danaerys. Drago sullo sfondo, sipario.
  2. Alla fortezza rossa le cose vanno meno bene per l’ex regina, Cercei viene richiamata la tempio, rifiuta e la montagna in versione zombie strappa dei pezzi a caso ad uno degli inviati dell’alto passero. L’inutile Tommen, a quel punto stabilisce la data dal processo a Loras e Cercei, proclamando che la risoluzione non avverrà (mai) più a singolar tenzone, ma attraverso un processo vero e proprio guidato dai sette septon.
  3. Nei boschi si aggira il Mastino e decapita e sbudella quattro fuorilegge a caso mentre cerca i membri della fratellanza artefici del massacro presso la chiesa in costruzione. Li trova, ma stanno per essere impiccati da Beric Dondarrion, i due si spartiscono i compiti e il Mastino viene precettato dalla fratellanza diretta al nord per combattere qualcuno di più pericoloso dei soliti cavalieri.
  4. Brienne e Pod raggiungono Delta delle acque, la vergine di Tarth incontra Jamie, tra i due c’è chiaramente amicizia, forse attrazione, sicuramente rispetto. Le viene concesso di provare a trovare un accordo col Pesce nero, Brienne cerca di convincerlo a lasciare la fortezza e correre in aiuto a Sansa, ma il vecchio testardo non cede. Al contrario lo stupido Edmure, convinto dalle parole di Jamie entra nel castello e ordina la resa. Brienne e Pod si allontanano in barca per tornare al nord, il pesce nero, ostinato, invece di andare in sostegno alla nipote decide di morire in un ultimo scontro armato. Delta della acque viene riconsegnato ai Frey, mentre si alzano i vessilli del leone, ma Jamie scrutando l’orizzonte saluta la barca che si allontana.
  5. Arya che avevamo lasciato quasi sbudellata si rifugia presso la compagnia teatrale e viene soccorsa ed aiutata da Lady Crane, l’attrice a cui aveva salvato la vita. La donna però viene brutalmente uccisa e Arya è costretta a scappare inseguita senza tregua dall’orfana, che si riconferma simpatica come un mal di denti, decisa a donare una nuova vita al dio dai mille volti. Le due si inseguono tra le strade di Braavos, alla fine lo scontro è inevitabile, ma Arya pur sanguinante per le ferite riaperte,  grazie ad Ago sconfigge l’orfana e deposita il suo volto presso il tempio. Jacq n’guar sorride mentre Arya Stark di Grande Inverno si allontana per tornare alla propria vera casa.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...