GOT_Finale: Stagione 06 Episodio 10 Recap in 6 punti (e qualche commento)

Eccoci finalmente arrivati al gran finale dei troni.

Una puntata densa, con grandi eventi che hanno riposizionato i pezzi sulla scacchiera, ma un episodio a tratti lento che ci ha condotti piano piano ai risultati. Lento come lenta e ponderata deve essere la vendetta. Vendette studiate, letali e catartiche.

Una puntata di politica, girl power e concedetemelo, antipopulista.

Purtroppo o forse giustamente, quando la rivincita è conclamata e plateale dobbiamo tenerci pronti ad una reazione.

  • Approdo del Re: al tempio tutto è pronto per i processo a Cercei e Loras, quest’ultimo confessa i suoi peccati ed entra tra i seguaci dell’alto passero. Margaery ha spinto Tommen in sostegno della fede per salvare il fratello che dopo la confessione dovrebbe essere libero di andarsene. Ma qualcosa non funziona, Tommen tarda ad arrivare e Cercei non si presenta, questo mette in guardia la regina che prova a fuggire, ma il poco lungimirante Alto passero lo impedisce. Dalle fondamenta del tempio divampa in un boato l’alto fuoco fatto preparare da Cercei, che in un colpo solo si libera del credo populista, di tutti gli eredi di alto giardino, mentre a palazzo Septa Unella viene incatenata e sottoposta a lunga tortura dalla Montagna. Tommen, salvato dalla madre dalla punizione dell’alto fuoco, non regge la perdita e il peso del regno e si suicida gettandosi dalla finestra. Cercei lo piange, ma poco dopo si avvia al trono di spade per farsi incoronare finalmente regina.

Cercei nelle prime stagioni era la regina odiata, nemica dei miei adorati Stark. Nel momento in cui i  nemici sono cambiati non abbiamo potuto fare a meno di amarla. Mandante di omicidi, zoccola, incestuosa, beona, a volte generatore di immani casini, il più delle volte è impossibile biasimarla se non altro per la sua battaglia portata avanti fin dall’infanzia per una parità con i fratelli maschi, sempre negatale dal padre. In questo caso, nonostante fossi piuttosto fan dei Tyrrel, non nego di non aver gioito di fronte al più grande spettacolo pirotecnico di Westeros. Il Credo ci aveva anche un po’ rotto le palle.

  •  Dorne e La Cittadella: Ciccio Tarly e Gilly  arrivano finalmente alla cittadella dove Sam potrà diventare maestro, ma nell’attesa può usufruire dell’immensa biblioteca. Intanto a Dorne, Ellaria Sand e le vipere della sabbia tessono la prima tela per mettere in piedi la rivincita contro l’omicidio dell’adorato Oberyn, per farlo incontrano la regina di spine, Lady Olenna, cui Cercei ha ucciso figlio e nipoti. Al loro fianco o meglio al loro cospetto come emissario arriva Varys.
  • A Mereen: Danaerys, su consiglio di Tyrion, ordina a Dario di restare a supervisionare che gli abitanti della città si mantengano liberi, in realtà abbandona il suo amante allo scopo di trovare un marito sul continente occidentale con cui conquistare il trono. Tyrion è nominato primo cavaliere e finalmente la regina dei draghi e il suo esercito salpano verso Westeros. Con lei oltre al primo cavaliere, la fedele Missandrei e Verme grigio anche gli eredi legittimi di Pyke, Theon e Asha Greyjoy e Varys che probabilmente ha portato con se il sostegno di Dorne e alto giardino.
  • Oltre la barriera: Benjen accompagna Meera e Brandon presso il grande albero bianco, poi torna a combattere la sua battaglia contro gli uomini freddi. Bran diventa finalmente il corvo con tre occhi e toccato l’albero ci mostra quello che sapevamo già dalla prima puntata della prima stagione: Ned, giovane, trova finalmente la sorella Lyanna, che credeva rapita da Raeghar. In realtà probabilmente era stata una fuga d’amore e ora la ragazza sta morendo dopo aver dato alla luce un bambino, prima di spirare implora il fratello di tener nascoste le origini di suo figlio temendo che Robert possa ucciderlo.

Quindi Jon Snow, non è il figlio bastardo di Ned, ma è suo nipote figlio di Lyanna e Raeghar. Nel caso non fosse chiara la discendenza, Raeghar era il primogenito di Aerys, perciò fratello maggiore di Danaerys. Jon è quindi cugino di Danaerys e probabilmente legittimo erede del Trono di Spade.

  • Terre dei fiumi: Al palazzo dei Frey si festeggia la riconquista di Delta delle acque, la morte del pesce nero e l’incarcerazione di Edmure. Non festeggia Jamie, che non approva lo stile di tradimenti e doppio gioco di ser Walder, che si ritrova con ciò che ha sempre voluto senza aver mai combattuto degnamente una battaglia. Finito il banchetto l’esercito dei Lannister torna ad approdo del re in tempo per vedere la città distrutta dalle fiamme dell’alto fuoco e per assistere all’incoronazione di Cercei. Intanto Walder Frey cena in solitudine palpeggiando una delle poche serve a non essere sua figlia, e chiamando a squarciagola i suoi due figli maggiori. Poco dopo la servetta gli fa notare che i figli di Ser Walder sono nella stanza con loro, nel ripieno del pasticcio di carne, poi ripresa la propria vera identità la ragazza si presenta come Arya Stark e sorridendo taglia la gola all’omicida di sua madre e suo fratello.

Boato, applausi del pubblico, bottiglie stappate. Momento che aspettavo da tipo due stagioni.

  • Grande inverno: Jon, scoperto l’omicidio di Shereen, ordina a Melisandre di incamminarsi verso sud senza voltarsi indietro, pena la morte. Sansa e il fratellastro si giurano fedeltà, e lui da per scontato che lei sarà la signora di Winterfell. Intanto Ditocorto, che Sansa ha chiamato in aiuto, ma di cui non si fida affatto, le dichiara il suo amore ma viene respinto. Jon, riuniti i suoi alleati in battaglia e le vecchie casate alleate di Ned, li mette in guardia su quale sarà la vera battaglia da combattere, come gli ha riportato un corvo bianco inviato dalla cittadella l’inverno sta arrivando. L’accoglienza è dubbiosa, ma la giovane erede di casa Mormont con un discorso duro quanto vero risveglia gli animi dei signori, che dichiarano per acclamazione Jon Re del Nord.

Momento di panico per lo sguardo tra Sansa e Ditocorto, che spero indicasse solo il disprezzo di lei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...