#SocialCrumbs

Quando ho deciso di inserire nel blog i post #SocialCrumbs l’ho fatto pensando a ciò di cui parlerò oggi, perchè in fondo i dannati social oltre ad avere un sacco di evidenti difetti, riescono anche ad elargire momenti divertenti, spiritosi ed interessanti. Il canale you tube di cui sto per scrivere rispecchia, a mio parere, esattamente quello di cui scrivera Annamaria Testa nel pezzo che ho linkato ieri.

Premesso che non sono una grande fruitrice di you tube, questo canale m’è capitato per caso ed è finora uno dei miei preferiti. Si chiama Briller, e nasce dalla crasi di nome e cognome del suo autore, Brian Miller.

“Briano”, come a volte lo chiamano i commentatori, è un ragazzo americano che vive in Colorado, e fino a poco temo  fa frequentava l’università in Kansas dove studiava giornalismo. Trovandosi a scegliere tra le materie opzionali una lingua nuova ha optato per l’italiano. Alla fine del 2012, mentre è in Italia per studio inizia a postare brevi video in cui prova a mettere in pratica quello che imapara e per allenarsi nell’esposizione orale. Come potrete notare visitando i canale, col passare del tempo la sua pronucia migliora molto, ma al di la di questo i suoi video sono interessanti e divertenti. Brian a volte parla della grammatica inglese, propone dei test ai suoi utenti o semplicemente sceglie due o più parole inglesi ne spiega il significato e come dovrebbero essere usate. Sia chiaro Briller, non è un noiosone un po’ nerd, è semplicemente un ventenne americano che coe hobby ha lo studio della nostra lingua. Non tutti i video parlano di grammatica anzi,  alcuni rimangono molto interessanti pur essendo meno “scolastici”, da le 10 parole italiane che preferisce, agli stereotipi che hanno gli americani verso gli italiani, dai confronti tra i due tipi di cibo, a lui che prova ad imitare i nostri dialetti.

Briller è l’esempio di quello che diceva Testa nell’articolo di ieri, un americano che ama la nostra lingua, e che spesso nei suoi video chiede, come sia possibile che noi vediamo solo dei difetti nel nostro paese, perchè ci ostiniamo a tadurre tutto in inglese, senza dimenticarsi, a volte e con molto garbo di ironizzare su alcuni nostri difetti così come su i suoi.

Provate a guardare i video di Brian e secondo me oltre ad impaare la sua lingua capirete anche quanto è bella la vostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...