Oscar_2017: Moonlight

Moonlight è un film drammatico diviso in tre capitoli, basato sull’opera teatrale In Moonlight Black Boys Look Blue.

La regia è di Barry Jenkins, gli attori protagonisti sono Alex R. Hibbert (Little – Chiron da piccolo), Ashton Sanders (Chiron adolescente) e  Trevante Rhodes (Black – Chiron adulto). Brad Pitt è tra i produttori del film.

 

Agli Oscar 2017 Moonlight ha 8 candidature:

  • Miglior Film
  • Miglior Regia (Barry Jenkins)
  • Miglior attore non protagonista (Mahershala Ali)
  • Miglior attrice non protagonista (Naomie Harris)
  • Miglior sceneggiatura non originale
  • Miglior montaggio
  • Miglior fotografia
  • Miglior colonna sonora

 

Trama:

Il film racconta la storia di Chiron, un ragazzino afroamericano, nato e cresciuto in un sobborgo degradato di Miami dove le persone o spacciano  crack o lo fumano.

Nel primo capitolo il ragazzino, conosciuto come Little, vive con la madre tossicodipendente, a scuola viene preso di mira e bullizzato dai compagni. Un giorno mentre si nasconde, per sfuggire all’ennesimo pestaggio, incontra Juan, uno spacciatore, che lo aiuta portandolo a casa della compagna Teresa. La coppia finirà per diventare una famiglia per Little: lo nutrono, lo ospitano quando viene lasciato fuori casa dalla madre e gli sono vicini quando sorgono i primi dubbi sulla sua sessualità.

Il secondo capitolo racconta la vita di Chiron adolescente, la madre consumata dal crack è ogni giorno più violenta, mentre il ragazzo continua a subire pestaggi da i compagni che lo insultano. Kevin, suo amico fin dall’infanzia, è l’unico ad aver sempre avuto una buona parola per lui, e una sera i due finiscono per baciarsi. Ma sarà il loro unico incontro visto che pochi giorni dopo Chiron finirà in riformatorio per una lite a scuola.

Nel terzo capitolo Chiron, che è ormai un uomo, si trova ad Atlanta dove fa lo spacciatore, mestiere che ha imparato prima da Juan e poi in riformatorio. La madre tenta di disintossicarsi e lui conduce la solita vita silenziosa e solitaria, finchè non riceve una telefonata da Kevin.

Moolight porta sullo schermo l’introspezione, i turbamenti e le tristezze di chi si trova per destino rinchiuso in una realtà completamente differente da se. Chiron nasce e cresce in una società fatta di malavita e machismo, dove basta essere silenziosi, sensibili e introspettivi per essere additati come una “checca”. Il film affronta con tocco leggero a volte solo sfiorandolo il tema dell’omosessualità, tanto da renderlo, in alcuni momenti, quasi una scusa per raccontare qualcosa di più grande: il senso di solitudine e di incomprensione che si radica in chi vive situazioni famigliari difficili, dove non si riceve amore o lo si riceve in modo distorto. Chiron non è la classica macchietta, a la piume di struzzo per intenderci, eppure il semplice fatto di non essere integrato nei giochi o nella sciocca violenza dei compagni lo rende immediatamente bersaglio dei bulli. Dal lato opposto c’è Kevin che si nasconde dietro storie di  furenti scopate lungo le scale della scuola, ma che comunque riesce ad affrontare meglio la vita, in parte fingendosi diverso da ciò che è realmente, in parte grazie ad un carattere più espansivo ed estroverso. Moonlight ha lo svantaggio di essere un film con lunghi silenzi forse non proprio apprezzabile da tutti, ma ha il pregio di saper raccontare molto di più di ciò che vorrebbe.

 

IMG: Vimeo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...