GOT: Stagione 07 Episodio 01 Recap in 5 punti

L’estate oltre all’afa, le zanze, le notti insonni e i virus gastrointestinali ha portato, grazie agli dei, la nuova stagione di Game of Thrones, come gli anni scorsi farò i soliti riassuntini in punti, e come sempre:

 

ATTENZIONE SPOILER.

 

  1. Arya, degna figlia di sua madre, che ricordiamo tanto cagacazzi quanto cazzuta signora del Nord, e meno degna figlia del buon Ned che per bontà perse la testa, dopo aver sgozzato Walder Frey, mette in pratica quanto  imparato al tempio. Sotto le mentite spoglie di Frey raduna tutta la sua famiglia e la stermina avvelenandola. Punto. Partita. Poi si incammina verso Sud, incontra un manipolo di giovani soldati che le offrono del cibo, e a cui confessa di essere in cammino per andare ad uccidere Cersei. Ovviamente la regola vuole che quando dici la verità nessuno ti creda, e i soldatini ridono.
  2. Intanto a palazzo Cersei, ormai detentrice del trono per sopravvenute morti dei legittimi proprietari, o meglio dopo averli eliminati come birilli, realizza che gli ultimi eventi la rendono circondata nonpiù da alleati ma da nemici. Lady Olenna Tyrrel signora di alto giardino è sopravvisuta ed è piuttosto incazzata per lo sterminio della sua famiglia, quindi si è precipitata a dar sostegno a Daenerys. I Frey sono morti lasciando vacante la loro posizione e il controllo sul territorio dei Tully. Stannis Baratheon è morto, lasciando vuota e sguarnita Roccia del Drago. Al Nord il potere è di nuovo in mano agli Stark. Unici possibili alleati i Greyjoy guidati da Euron, che però ha conquistato il trono di Pyke uccidendo il fratello e contro di lui si sono alleati i nipoti, Asha e Theon ora al servizio dei redenti Targaryan. Non contiamo poi che si presenta a Cercei atteggiandosi come un tamarro di periferia.
  3. Al Nord intanto Jon e Sansa scazzano un pochino. Lei è, giustamente, incarognita forte con i Lannister e vorrebbe approfittare dell’attuale debolezza del trono per calare a sud, per evitare che Jon possa far la fine di padre e fratello e anche per spaccare il culo a Cersei. Non mi sentirei di darle torto, sebbene col tempo a me Cersei sia diventata piuttosto simpatica, è pur vero che Sansa, te ne hanno fatte di ogni e te le stavi a prendere devi per forza impuntarti adesso? Dall’altro lato Jon è in fissa con l’esercito dei non morti che sta calando verso sud, la barriera è debole e gli alleati degli Stark impreparati, quindi prima di andarsi a prendere a borsettate con Cersei preferisce fermarsi a riflettere e ad allenare i futuri combattenti. Altro punto di scontro sono i rapporti con le casate che avevano tradito gli Stark, Sansa è per la condanna al tradimento, Jon per il perdono. In tutto questo tra i corridoi e le sale del castello Dito Corto si aggira viscido come la bava di lumaca.
  4. In tutto questo casino, in giro per westeros succede che: Bran e Meera vengono accolti dai guardiani della notte. Alla cittadella Sam Tarly, dopo giorni passati a pulire e svuotare pitali, servire sbobba e riordinare libri scopre dove è possibile reperire il vetro di drago ossia l’unico materiale con cui è possibile uccidere gli estranei.  Intanto molto più a nord Sandor Clegane e il gruppo di Beric Dondarrion leggono nel fuoco che l’inverno sta arrivando.
  5. E se dal nord si teme l’inverno dall’estremo sud finalmente le navi di Daenarys Targaryen approdano a Roccia del drago, nel palazzo che era stato di Stannis.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...